7. I dati del questionario: le risposte degli Istituti Italiani di Cultura

 

 

 

7.1 Premessa

 

Scopo del questionario realizzato per l’indagine Italiano 2000 era avere una mappatura il più possibile dettagliata delle attività svolte dai soggetti istituzionali che si occupano della diffusione e dell’insegnamento della lingua italiana nel mondo. Il principale insieme di soggetti istituzionali che abbiamo analizzato è rappresentato dagli Istituti Italiani di Cultura.

Oggetto dell’indagine Italiano 2000 era la lingua italiana. Tutte le informazioni richieste riguardavano esclusivamente questo oggetto e le azioni svolte per la sua diffusione: dalla domanda all’offerta formativa, alle azioni intraprese per far conoscere l’offerta. Non erano pertinenti alla nostra indagine, pertanto, e non sono state prese in considerazione altre iniziative legate soprattutto alla diffusione della cultura intellettuale italiana nel mondo. Pensiamo a quel settore di attività legate ai settori artistico, letterario, musicale che comprende esposizioni, mostre e altre manifestazioni, concerti, spettacoli, rassegne cinematografiche, presentazioni di libri, conferenze, convegni, che sono pure un fondamentale settore di attività dei soggetti istituzionali che si occupano della diffusione della mostra lingua e cultura nel mondo, primi fra tutti gli Istituti Italiani di Cultura.

Come abbiamo detto nel § 6.7, il questionario è composto da 30 item. Alcuni prevedono risposte di tipo quantitativo (ad esempio, il numero dei corsi, il numero degli studenti ecc.). Altri item indagano aspetti di tipo qualitativo (ad esempio, le motivazioni all'apprendimento dell'italiano). Analizziamo qui di seguito gli item del questionario che prevedono come risposte dei dati numerici[1].



[1] Nel questionario erano presenti sia item che richiedevano cifre globali, sia item che richiedevano il computo analitico dei dati globali. Non sempre i questionari sono risultati compilati in modo completo e coerente. Per questo motivo si troveranno alcune discrepanze fra i dati globali contenuti nelle tabelle di questo capitolo e i dati che analiticamente dovrebbero comporli. Ove è stato possibile, cioè solo là dove era palese l’errore materiale, abbiamo corretto i dati incoerenti.